Cerca nel sito

Per ricevere info:

Email:
Nome:
Dove si terranno le prossime olimpiadi estive?

Informazioni:

Ufficio CUS Insubria:
Via Monte Generoso 59 · Varese

Palazzetto Sportivo

cus@uninsubria.it
cusinsubria@legalmail.it
tel · 0332 219895

tel · 0332 219896

fax · 0332 219898


Sede legale:
Via Ravasi 2 · Varese

CF 95029780129

PIVA02501940122


 
 

facebook

foto

youtube

twitter


Sport News a Varese

Sport News a Como

  • Libertas subito ko Piacenza passa a Cantù
    Contro una formazione di alta classifica la squadra di Cominetti parte bene ma poi va sotto.

    Esordio amaro per il Pool Libertas Cantù, che tra le mura amiche del Parini di Cantù perde 3-1 (25-13, 19-25, 20-25, 18-25) contro la Gas Sales Piacenza guidata da Alessandro Fei, all’esordio in categoria.

    Dopo un ottimo primo set per i canturini, soprattutto a muro e in battuta, i piacentini sistemano la difesa, crescono a muro e riescono ad imporsi.

    POOL LIBERTAS CANTU’: Alberini 2, Santangelo 18, Preti 8, Cominetti 13, Monguzzi 6, Robbiati 9, Butti (L1), Gasparini 1, Danielli. NE: Baratti, Suraci, Frattini, Pellegrinelli, Rudi (L2). All: Cominetti, 2° All: Redaelli.

    GAS SALES PIACENZA: Paris 3, Fei 13, Yudin 16, Klobucar 8, Copelli 10, De Biasi 7, Fanuli (L1), Beltrami 1, Mercorio 1, Ingrosso. N.E.: Ceccato, Canella, Cereda (L2). All: Botti, 2° All: Di Maio

  • Morganti campione del mondo Ha fatto il bis nel Coastal rowing
    In Canada il comasco conferma il titolo iridato nel 4 di coppia.

    Il comasco Stefano Morganti conferma in Canada il titolo mondiale Coastal rowing (canottaggio in mare). È stata una giornata straordinaria quella vissuta ieri sulla Bazan Bay a Victoria, una giornata durante la quale quattro società italiane hanno vinto due medaglie d’oro e una di bronzo.

    Il più pesante è l’oro del quattro di coppa con timoniere, misto Saturnia/Tirrenia Todaro, di Stefano Morganti, Gustavo Ferrio, Leone Maria Barbaro e Piero Sfiligoi, guidato dal timoniere Piero Todesco. Lo stesso che l’anno scorso aveva conquistato il Mondiale in Francia.

    «Felicissimi, io e tutti i miei compagni di barca - ne ha ben d’onde Stefano Morganti - di aver centrato questo secondo obiettivo. È stata una sfida a noi stessi. Quest’anno il campionato del mondo era oltre oceano a differenza delle passate edizioni. Avendo vinto l’anno scorso, volevamo partecipare per provare a mantenere il titolo e grazie all’aiuto di qualche sponsor e la nostra buona volontà siamo riusciti a raccogliere il necessario per partire alla volta del Canada».

  • Banchini trova l’errore «Dovevamo chiuderla»
    «Rendiamoci conto che più passa il tempo, più molte squadre daranno l’anima contro il Como»

    Il mea culpa è lungo e articolato. Non si cercano scuse, se non qualche appunto all’arbitro Scatena “reo” di aver lasciato la squadra in dieci dopo pochi minuti nella ripresa: «La nostra colpa è non aver provato a chiudere la partita». Esordisce così mister Marco Banchini, tecnico di un Como al primo pareggio alla quinta di campionato: «Sapevamo che, dopo quattro partite, qualcuno avrebbe cominciato a giocare in maniera un po’ diversa e che per noi sarebbe stato più difficile, anche alla luce dei problemi che avevamo legati a squalifiche e infortuni. Ma, chiaramente, avevamo la partita in pugno e perdere due punti così dà veramente fastidio».

    All’allenatore del Villa d’Almè che “accusa” il Como di aver fatto ostruzionismo, Banchini replica che, semmai, è stato l’esatto contrario: «Avevo visto il Villa d’Almè, avevo apprezzato il loro modo di giocare con palle basse e manovre efficaci. Siamo arrivati noi e hanno cominciato a giocare con lanci lunghi. Rendiamoci conto che più passa il tempo, più molte squadre daranno l’anima contro il Como».