Cerca nel sito

Per ricevere info:

Email:
Nome:
Dove si terranno le prossime olimpiadi estive?

Informazioni:

Ufficio CUS Insubria:
Via Monte Generoso 59 · Varese

Palazzetto Sportivo

cus@uninsubria.it
cusinsubria@legalmail.it
tel · 0332 219895

tel · 0332 219896

fax · 0332 219898


Sede legale:
Via Ravasi 2 · Varese

CF 95029780129

PIVA02501940122


 
 

facebook

foto

youtube

twitter


Sport News a Varese

Sport News a Como

  • Tappa mondiale trial in Francia Gandola si piazza secondo

    Il giovane pilota comasco è sempre in testa alla classifica generale della classe 125

    Questa volta in Francia, nel gran premio valido per la quinta tappa del mondiale, nella classe 125 il sedicenne di Bellagio Lorenzo Gandola si deve accontentare del secondo posto per una sola penalità.Il pilota lariano ha “regalato” il successo al francesino Fabien Poirot (GasGas) che a Lourdes ha compiuto un vero miracolo.

    Ma Gandola , pilota ufficiale della Scorpa, con tre vittorie e due secondi posti comanda la classifica iridata nella classe 125 con ben 94 punti contro gli 86 dell’inglese Billy Gren (Beta) e gli 80 del francese Poirot. La sfida per il titolo resta apertissima . La prossima tappa del mondiale porterà il 9 luglio la carovana del trial iridato in Gran Bretagna dove il favorito diventa per il fattore campo proprio Billy Green che cercherà di fare il colpaccio per avvicinarsi a Gandola nella classifica generale.

    Nel frattempo prima della sfida iridata in Gran Bretagna, è in programma domenica 2 luglio la quarta prova del campionato italiano che dopo due lunghi anni d’attesa torna in Lombardia grazie al Dynamic Trial che ha organizzato la tappa tricolore a Temù, in provincia di Brescia. Per Lorenzo Gandola e la sua Scorpa sarà una importante verifica in vista della sfida mondiale in Gran Bretagna.

  • CantĂą ha un nuovo ds Ecco Pier Francesco Betti

    Romano, ha una lunga esperienza da dirigente alle spalle.

    Pier Francesco Betti è il nuovo Direttore Sportivo della Pallacanestro Cantù.

    Betti, nato a Roma il 4 gennaio del 1969, ha alle spalle una lunghissima carriera da dirigente cestistico iniziata come Team Manager nel 1990 al Messaggero Roma con cui ha vinto una Coppa Korac. Nel corso degli anni Betti ha conquistato come General Manager per ben quattro volte la promozione in Serie A con Reggio Calabria (1998/1999), Roseto (1999/2000), Teramo (2003/ 2004) e Caserta (2007/2008).

    Il dirigente romano è inoltre stato protagonista di un biennio con la Carpisa Napoli del patron Mario Maione dal 2005 al 2007 in cui si è aggiudicato una Coppa Italia, ha raggiunto una semifinale scudetto e ha partecipato alla Regular Season di Eurolega.

    Nell’estate del 2012 Betti è stato nominato General Manager di Ferentino, in Serie A2, dove è rimasto per tre stagioni ricoprendo contemporaneamente anche il ruolo di Consigliere della Lega Nazionale Pallacanestro.

    «Pier Francesco Betti - commenta il presidente della Pallacanestro Cantù, Irina Gerasimenko - è un dirigente di grande competenza ed esperienza che farà compiere al nostro club un deciso passo in avanti a livello organizzativo. Sono certa che la sua conoscenza dei regolamenti sarà fondamentale in vista della prossima stagione sportiva».

    “Per me – commenta Pier Francesco Betti – poter tornare a lavorare in Serie A è un onore e un sogno e farlo in una piazza storica come Cantù rende questa nuova esperienza ancora più affascinante. Voglio dunque ringraziare il presidente Irina Gerasimenko per la fiducia accordatami e sono pronto a impegnarmi subito al massimo per questa società».

  • Il caos del Como, Landriscina «Fin d’ora mi rendo disponibile»

    Scende il campo il neo sindaco: «Sto seguendo con attenzione gli eventi legati alla squadra di calcio che porta il nome della nostra città»

    Caos Como, tra mancati pagamenti degli stipendi e scadenza impellente per affiliazione e iscrizione.

    Adesso si muove anche il neo sindaco di Como, Mario Landriscina.

    «Sto seguendo con attenzione gli eventi legati alla squadra di calcio che porta il nome della nostra città - spiega Landriscina in un comunicato -: personalmente sono un tifoso del Como e come sindaco ho a cuore le sorti della società, che tra l’altro vanta un settore giovanile di livello eccellente e lo ha confermato pochi giorni fa con la vittoria dello scudetto Under 17».

    «Lungi da me entrare nel merito di questioni economico/finanziarie che sono prerogative esclusive della proprietà, ma da primo cittadino e da tifoso ritengo importante che la squadra azzurra innanzitutto si iscriva al campionato di LegaPro entro i termini - continua il neo sindaco - . Per questa ragione offro la mia disponibilità e quella dei miei collaboratori, qualora le parti lo ritenessero utile, per fare da raccordo affinché la situazione possa risolversi e per confrontarmi su idee e progetti con la proprietà».